Curling

Latest news

Il modo più facile per descrivere questa disciplina sicuramente è quello di paragonarlo al gioco delle bocce, solo in versione decisamente più invernale dato che viene giocato su un campo completamente ghiacciato.

In una partita di curling, due squadre composte da quattro giocatori lanciano delle pietre di granito di quasi 20 kg (dette stones) su una lastra di ghiaccio con l’obiettivo di avvicinarle il più possibile a un’area di destinazione chiamata house e costituita da quattro anelli concentrici. Durante ogni intervallo di gioco, ovvero una mano, ogni squadra ha a disposizione otto stones, due per ogni giocatore. Una partita intera può durare 8 o 10 mani. In ogni mano sono assegnati dei punti in base a quante stones della stessa squadra si trovano più vicine al centro della house, esattamente come avviene nelle bocce. L’obiettivo finale è quello di conquistare più punti della squadra avversaria.

Particolarità di questo sport è la cosiddetta fase di sweeping, utilizzata dai giocatori per riscaldare il ghiaccio con delle scope e modificare la traiettoria o la velocità della stone. Grandissima rilevanza ha anche la strategia assunta da ogni squadra che deve riuscire a proteggere le proprie stones da quelle avversarie posizionandole con ingegno e maestria nell’area di house.

La prima apparizione del curling nel programma delle Universiadi avvenne a Tarvisio nel 2003, dove fu presentato come disciplina opzionale. Il successo fu immediato: nella prima edizione 6 squadre maschili e 5 squadre femminile battagliarono per l’oro, attirando un buon numero di spettatori e risvegliando molto interesse.

Per questi motivi, il curling è diventato una degli sport obbligatori del programma delle Universiadi, registrando anno dopo anno la presenza di squadre di altissimo livello, in grado perfino di conquistare medaglie importanti in altre competizioni internazionali.

Durante le Universiadi Invernali Trentino 2013, saranno organizzati due tornei di curling: uno femminile e uno maschile, con la presenza totale di 10 squadre cadauno.

La sede del torneo di curling sarà lo spazioso Ice Rink di Baselga di Piné, in grado di ospitare fino a 1800 spettatori che potranno inoltre dividersi tra le partite «ragionate» del curling e l’emozione delle gare ad alta velocità del pattinaggio su ghiaccio, organizzate allo stadio del ghiaccio di Baselga di Piné.

MEDAGLIE D’ORO ASSEGNATE: 2

SPECIALITÀ

Torneo femminile e torneo maschile

PARTECIPAZIONE ATLETI

Uomini: ogni torneo prevede la partecipazione di un massimo di 10 squadre, ognuna composta da 5 giocatori (quattro più una riserva).
Donne: ogni torneo prevede la partecipazione di un massimo di 10 squadre, ognuna composta da 5 giocatrici (quattro più una riserva).

Ogni NUSF (Federazione Nazionale Sportiva Universitaria) potrà chiedere di inserire una squadra maschile ed una femminile.

In caso siano iscritte più squadre di quante previste, le squadre partecipanti saranno selezionate in base ai risultati conseguiti in altre edizioni delle Universiadi o i risultati di eventuali partite di qualificazione.

MANUALS
download
Curling.pdf